CardioPreventariab.it
American Heart Association
Associazione Silvia Procopio

Studi precedenti hanno dimostrato che i fumatori presentano infarto miocardico con sopraslivellamento del segmento ST ( STEMI ) un decennio prima dei non-fumatori. Tuttavia, non si è tenuto conto del ...


Sono stati identificati i pazienti con infarto miocardico di tipo 2 e i pazienti con danno miocardico non-ischemico, e sono state confrontate la loro prognosi con quelle di pazienti con infarto miocar ...


Canakinumab, un anticorpo monoclonale anti-interleuchina-1 beta ( anti-IL-1 beta ), ha ridotto il rischio di eventi cardiovascolari tra i sopravvissuti a infarto miocardico. Queste sono le conclusioni ...


Uno studio pubblicato su Science Advances ha mostrato che i microrganismi fotosintetici possono rimediare ai danni provocati dall’infarto miocardico. I batteri in grado di effettuare la fotosintesi s ...


Nonostante le moderne terapie di riperfusione, il rimodellamento del ventricolo sinistro si verifica spesso dopo un infarto miocardico con sopraslivellamento del tratto ST ( STEMI ), e rappresenta un ...


I batteri che popolano l’intestino e digeriscono il cibo, producono metaboliti che possono avere un effetto marcato sul cuore e sui vasi sanguigni. E’ stato scoperto che la misurazione dei livelli di ...


Sono stati valutati i risultati dopo intervento coronarico percutaneo primario ( PCI ) per infarto miocardico acuto con sopraslivellamento ST ( STEMI ) nei pazienti novantenni. È stato condotto uno ...


Si è ipotizzato che, rispetto all’intervento primario percutaneo coronarico ( PCI ) del solo vaso interessato, la procedura PCI preventiva addizionale nei pazienti selezionati con infarto miocardico c ...


Il limite superiore di riferimento del 99° percentile della troponina cardiaca ad alta sensibilità ( hs-cTn ) da una popolazione sana di riferimento viene utilizzato per la diagnosi di infarto miocard ...


Gli effetti di Ticagrelor ( Brilique ) nella sottopopolazione di pazienti con infarto miocardico con sopraslivellamento ST ( STEMI ) sono stati in linea con quelli osservati nello studio generale PLAT ...


I pazienti che soffrono di collera e disturbi emotivi e svolgono attività fisiche pesanti hanno il doppio della probabilità di andare incontro a un infarto miocardico acuto. I risultati dello studi ...


Medici di numerose istituzioni internazionali consigliano di porre attenzione quando si trattano pazienti con malattia coronarica in presenza di alti valori pressori. La pressione arteriosa ottimal ...


Sono disponibili dati minimi per quanto riguarda il rischio di mortalità a lungo termine da aterosclerosi subclinica utilizzando il punteggio del calcio dell’arteria coronaria ( CAC ) tra i pazienti c ...


Il rimodellamento ventricolare dopo infarto miocardico è strettamente associato all’espressione della cicloossigenasi-2 ( COX-2 ). Il 5-metossitriptofano ( 5-MTP ) è stato riportato controllare l’esp ...


I pazienti con infarto del miocardio presentano un maggior rischio di tutti i sottotipi di ictus nel primo anno post-evento. Con l’aumentare della sopravvivenza dopo infarto miocardico, una popolaz ...